Il 2020 è stato difficile e tutti sappiamo il motivo, ma grazie al matrimonio a Monte Isola tra me è Chiara è stato l’anno più bello di tutta la mia vita. Sai che ti dico? Avere accanto una persona amata e che ti ama è il miglior vaccino per la mente e lo spirito.

Possiamo fare la storia

Ognuno di noi, al momento della nascita, ha un’opportunità unica: creare la propria storia. Non è una storia di Instagram né uno stato di Whatsapp, non si esaurisce per sempre dopo ventiquattro ore. Si tratta di un insieme di eventi, esperienze, gesti, passioni, relazioni, scelte e affetti che caratterizzano la nostra vita e che possono anche essere da esempio per chi viene dopo di noi: in questo senso la nostra storia può divenire addirittura immortale.
Ogni essere umano ha una storia unica da fare, io la mia voglio farla insieme a mia moglie Chiara. Adesso, ieri, per sempre.

Matrimonio a Monte Isola: la nostra nuova era

La storia di ogni essere umano, così come la storia dell’umanità, è fatta di epoche: l’infanzia, l’adolescenza, il primo amore, il periodo universitario, la giovinezza, etc…Non ci sono regole universali, ognuno vive le proprie epoche personali, a seconda di dove lo porterà il fiume impetuoso e imprevedibile dell’esistenza. Il fiume impetuoso della mia vita mi ha portato dritto negli occhi di Chiara.

8 settembre 2020: il nuovo inizio

L’8 settembre 2020 è il giorno che mi ha cambiato la vita e che ha azzerato le mie cronache in nome di un nuovo e fantastico inizio insieme a Chiara, nella nuova era che porta il nostro nome. Quel giorno è avvenuto il matrimonio a Monte Isola che ha consacrato me e Chiara marito e moglie.

Matrimonio a Monte Isola: il lago, il castello, i fiori, l’arpa…

Davanti ai miei occhi il sole pomeridiano illuminava le onde del lago al cospetto di Monte Isola. Un arco di fiori incoronava la mia emozione sulle note dell’arpa celtica che inondava l’aria di poesia. Di fronte a me gli ufficiali civili si accingevano a cominciare la cerimonia. Dietro di me, gli invitati erano disposti a semicerchio nello stupendo giardino del montisolano castello Oldofredi, le cui finestre mi fissavano mentre mi accingevo a vivere la svolta della mia vita.

Mancava lei, la sposa. In quegli istanti, alle sedici e quindici dell’8 settembre 2020, tenevo gli occhi chiusi mentre ascoltavo i sempre più forti battiti del mio cuore. Mi sembravano cannoni, i quali facevano breccia nei portoni della città della mia nuova vita, aprendo un varco verso la mia esistenza con Chiara. Era come se una grande parte del mio percorso sulla terra, cominciato 27 anni fa il 18 maggio 1993, stesse arrivando al termine. In pochi attimi vidi tuti i momenti più importanti della mia vita scorrermi di fronte in un’effimera danza di memorie. Grazie, dissi ai miei ricordi, sono qui grazie a voi e a tutte le scelte che ho fatto.

Infine, dietro di me, sentii dei passi, rintocchi di benvenuto per la nuova era. La donna che amo, che a breve sarebbe diventata mia moglie, stava arrivando all’altare civile, accolta da uno scrosciare di applausi. Poche parole, tanti sorrisi, due promesse uniche. Lei è mia moglie, io suo marito, come testimoniano le due fedi che levano ogni ombra dalle nostre mani.

Il nostro matrimonio a Monte Isola

Fin dal giorno in cui io e Chiara abbiamo scelto di sposarci, non avevamo dubbi sulla location: ci saremmo sposati a Monte Isola, stupenda isola bresciana al centro del lago d’Iseo in cui abbiamo deciso di vivere e comprare casa, come puoi leggere nel mio penultimo articolo “Avere una vita normale è un diritto di tutti noi giovani”. Abitiamo infatti in quello che io ritengo il posto più bello del mondo e non vedo perché avremmo dovuto scegliere chissà quale località per l’evento più importante della nostra vita. Monte Isola ci dimostra che anche a casa nostra, a Brescia e in generale in Italia, possiamo godere del paradiso. Se sei bresciano e non sei ancora stato sull’isola, fallo subito!

Lo stupendo residence ristorante Castello Oldofredi ha dato un’atmosfera ancora più magica alla giornata speciale. Abbiamo fatto tutto al castello: cerimonia, foto, aperitivo e cena con una vista stupenda del lago d’Iseo e dei colli della Franciacorta al tramonto.

Un po’ per il covid, un po’ per il tempo limitato di organizzazione, eravamo in pochissimi, quattordici in tutto, tutte persone speciali. Da parte mia, c’erano mia mamma, mio papà, mia sorella, il suo ragazzo e il mio migliore amico o meglio, mio fratello Andrea, che ha fatto per me datestimone. Io e lui siamo amici da 18 anni, dal lontano 2002. Abbiamo vissuto esperienze indimenticabili l’uno accanto all’altro, tra cui uno stupendo viaggio in Sardegna in bicicletta di due settimane. Sono veramente contento di aver condiviso con lui la gioia del giorno più importante della mia vita.

Sei davvero sicuro che un matrimonio deve avere per forza 200 invitati? La mia risposta è assolutamente no. Ricordati che sarà un evento unico: cosa c’è di meglio di condividerlo con le persone che veramente nella tua vita ci sono sempre state? Bastano queste persone a regalarti un giorno da sogno, ricordati.

Credo fermamente nel matrimonio

Viviamo in una società in cui sempre più spesso il matrimonio viene in qualche modo disprezzato, considerato come un vincolo formale inutile, una ricorrenza non più al passo con i tempi. Sono in totale disaccordo con questa visione.

Il matrimonio non è un vincolo inutile, bensì è un’assunzione di responsabilità. Sposandoci, io e mia moglie Chiara abbiamo dichiarato di fronte alla legge che noi ci amiamo e vogliamo vivere insieme, noi siamo pronti a parlare con una voce unica di fronte al mondo intero. Noi esistiamo, noi ci siamo. Non esistiamo l’uno lontano dall’altro, non ci siamo uno indipendentemente dall’altro. Esistiamo e siamo insieme, pronti a far fronte ai diritti e ai doveri che da ciò deriva.

Sposatevi!

Voglio pertanto dare un consiglio a tutte le giovani coppie che si amano. Non limitatevi a convivere, bensì fate il passo successivo: se credete di aver trovato la persona giusta, sposatela! Che sia matrimonio civile, come è il caso mio o di Chiara, che sia anche religioso se siete credenti, fatelo. Si tratta del modo migliore per gridare insieme il vostro nome e il vostro amore. Così è stato per me, così è stato per noi.

Concludo questo articolo ringraziando tutti coloro che in questi giorni ci hanno fatto le congratulazioni: grazie da parte mia e di Chiara! Ci tengo inoltre a fare a mia volta le congratulazioni a tutti quelli che, come noi, in questo periodo difficile di covid hanno capito che l’unico modo per andare avanti è unirsi e formare una famiglia. Non l’avrei mai detto: questo strambo 2020 è stato l’anno migliore di tutta la mia vita.

Clicca su questo link per vedere il video del nostro matrimonio con la mia canzone in sottofondo, realizzato da Innamorati Wedding Studio!